Sport e Natura

L’ardore della Luminaria di San Domenico

Il 3 agosto debutta il primo tour escursionistico firmato Authentic Amalfi Coast in collaborazione con Cartotrekking e con il supporto dell’Associazione Guide Turistiche Costa D’Amalfi. Una passeggiata lungo le vie di Praiano che fa capolino a Piazza San Gennaro, sede della popolare festa.

Di Anna Volpicelli, foto di Michele Inserra

Ventimila candele a cera disposte a ritmo circolare illuminano il pavimento con intarsi di maioliche che decorano la suggestiva Piazza San Gennaro di Praiano. Qui dove la vista si perde fra l’immensità del mare, che delinea i contorni dei monti verdeggianti della Costa D’Amalfi, dal 1 al 4 agosto, si celebra la Luminaria di San Domenico, l’antica festa che da secoli testimonia la ricchezza culturale e storica del borgo.

Il lancio del progetto

Quest’anno per offrire la possibilità a locali e viaggiatori di partecipare al tanto atteso evento estivo Authentic Amalfi Coast, in collaborazione con Cartotrekking, un team di guide ambientali ed escursionistiche, e con il supporto dell’Associazione Guide Turistiche Costa D’Amalfi, promuove un’itinerario alla scoperta di Praiano che termina nell’iconica piazza. Passeggiata culturale alla scoperta del borgo marinaro di Praiano di sera  è il primo di una serie di proposte di escursioni che verrano incluse nel portale di Destinazione, Authentic Amalfi Coast, che verrà lanciato il prossimo autunno. Un tour aperto a tutti, di facile livello, organizzato durante la serata del 3 agosto.

 

Vista di Praiano notturna

Da Marina di Praia alla scoperta di Praiano

Accompagnati da una guida turistica della Regione Campania, l’appuntamento è alle 18:30 davanti al celebre Bar del Sole. Prima tappa del percorso è Marina di Praia, l’intima spiaggia di ciottoli, incastonata in un’alta scogliera, sede di una delle passeggiate più incantevoli della Costa D’Amalfi. Percorrendola, si attraverserà l’Africana club, uno dei punti storici di ritrovo del territorio, per giungere alla Torre a Mare, un’antica torre di avvistamento saracena, che si apre sul Golfo di Salerno. Da questo punto si entrerà nel cuore di Praiano camminando lungo via Costantinopoli, per giungere alla Chiesa di San Luca Evangelista, santo protettore di Praiano,  la chiesa parrocchiale in stile barocco risalente all’anno 1588, sulla cui porta principale un pannello di maiolica raffigura il Santo. Collocata in Piazza San Luca, questo è il luogo dove la spiritualità, l’arte tradizionale si fondono con la divinità della natura. La piazza, nella parte più in alta di Vettica, è una terrazza aperta all’immensità del cielo, che offre uno dei più bei panorami sulla Costa D’Amalfi. Si arriva qui al tramonto, per celebrare il momento probabilmente più intimo della giornata. Prima che la notte prenda il sopravvento si abbandona la piazza per intraprendere via croce, una delle sedi del progetto NaturArte, il museo a cielo aperto di Praiano. Sviluppato in 8 percorsi che si inerpicano fra le strette vie del borgo, il progetto raccoglie le opere di celebri ceramisti vieterei e non solo, quali Lucio Liguori, Sandro Mautone, Enzo Caruso e Paolo Sandulli, ispirate alla storia e alla tradizione del paese. I lavori di questi artisti contemporanei si mescolano con le edicole votive, piccole cappelle in miniatura affrescate sugli intonaci che testimoniano la devozione religiosa popolare, come richiesta di protezione verso tutti i residenti.

 

Lo spettacolo delle luminarie in Piazza San Gennaro

Il fuoco che salva il mondo

La passeggiata si conclude in Piazza San Gennaro nel momento dell’accensione delle luminarie. Un rituale che viene tramandato dal 1606ca dalla tenuta dei frati Domenicani della Sanità di Napoli. Si narra che nei secoli passati gli abitanti durante l’anno conservavano rami secchi di tralci di vite, di alberi e arbusti realizzando le fascine che poi bruciavano per l’occasione nei giardini. Queste poi venivano conservate in barattoli di latta di vetro e trasformate in fiaccole durante la celebrazione della festa. E proprio queste fiaccole racchiudono l’essenza della tradizione. La leggenda narra infatti che la madre di San Domenico, prima di partorire sogno un cane con una fiaccola in bocca che insediava il mondo a significare che il nascituro avrebbe portato e trasmesso a tutto il pianeta la Parola di Dio. Le fiamme che ardono nella grande piazza simboleggiano anche l’ardore che ogni individuo porta dentro di sé, capace di trasformare la propria vita e quella degli altri, se coltivata e condivisa.

Vuoi rimanere aggiornato
sulle novità, su viaggi, storie, itinerari, esplorare l’arte, l’innovazione green e la cultura enogastronomica della Costa D’Amalfi?

*campo obbligatorio

Preso atto del mio diritto di revocare il consenso in qualsiasi momento, consento al trattamento dei miei dati personali da parte del Titolare, per la finalità sotto riportata (art. 7 Regolamento 2016/679)

Sono a conoscenza del fatto che in assenza del consenso le conseguenze sono le seguenti:
Non verrà inviata alcuna comunicazione promozionale e/o pubblicitaria da parte di authenticamalficoast.it all’interessato, il quale, riceverà esclusivamente notizie e/o comunicazioni in merito al servizio ricevuto/prenotato.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp’s privacy practices here.


Menu