Arte e Cultura

Maiori celebra l’Hanukkah

Per ricordare l’importanza della comunità ebraica nella cittadina, il borgo partecipa alla Festa delle Luci.

Di Redazione, foto di copertina di Rodnae Productions

La Costa d’Amalfi è sempre stata un crocevia di culture e tradizioni provenienti dal mondo medio-orientale. Ancora oggi, tale fusione fra Oriente e Occidente, e’ visibile nelle numerose istituzioni religiose. Al tempo della Repubblica Marinara di Amalfi, infatti, molti erano gli scambi commerciali con i paesi orientali e questi traffici portarono sicuramente una ricchezza economica al paese, ma anche un’esplosione di bellezze artistiche. 

Testimonianze storiche

Aperta sin dai tempi medioevali alle diversità culturali, lo storico Giuseppe Ferrigno Lucibello nel suo testo Gli ebrei in costa d’Amalfi al tempo di Ferdinando I d’Aragona: il caso di Maiori, sottolinea, fra le altre cose, anche l’apertura verso abitudini diverse da quelli locali, del territorio. In questo testo si legge come la comunità ebrea allora residente, siamo alla fine del 1400, si ritrovava in una piccola stanza nel cuore del paese, dove sorge l’attuale Chiesa della Madonna della Libera. Inoltre, secondo fonti storiche, la presenza ebraica a Maiori era caratterizzata da una proficua attività bancaria. 

Foto di Ksenia Chernaya

La Menorah

Non è un caso quindi, che fra le celebrazioni del Natale, proprio a Maiori si festeggi anche l’ Hanukkah, la Festa delle Luci. Si tratta di una ricorrenza ebraica che dura otto giorni e nel 2022 il suo culmine coincide proprio con il giorno della celebrazione cristiana del Natale. La Festa delle Luci e’ molto sentita dall’intera comunità e nei giorni della sua commemorazione si assiste al rito dell’accensione delle candele che vengono collocate sul famoso candelabro (Menorah) da nove bracci su cui ogni giorno, come richiede la divulgazione del rito sacro, viene accesa una candela. 

L’evento Maiorese

Per ricordare l’importanza storica e attuale della comunità ebraica, il 20 dicembre alle ore 19 ai piedi della lapide collocata in via Casale dei Cicerali a Maiori si accenderà la terza candela in memoria dell’Antica Comunità Ebraica locale e del Rabbino Elio Toaff. La Menorah sarà illuminata e portata dal Rav Yisroel Piha e accompagnata dalle poesie della poetessa Suzana Glavas e dai canti tipici della tradizione. 

Vuoi rimanere aggiornato
sulle novità, su viaggi, storie, itinerari, esplorare l’arte, l’innovazione green e la cultura enogastronomica della Costa D’Amalfi?

*campo obbligatorio

Preso atto del mio diritto di revocare il consenso in qualsiasi momento, consento al trattamento dei miei dati personali da parte del Titolare, per la finalità sotto riportata (art. 7 Regolamento 2016/679)

Sono a conoscenza del fatto che in assenza del consenso le conseguenze sono le seguenti:
Non verrà inviata alcuna comunicazione promozionale e/o pubblicitaria da parte di authenticamalficoast.it all’interessato, il quale, riceverà esclusivamente notizie e/o comunicazioni in merito al servizio ricevuto/prenotato.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp’s privacy practices here.


Menu